Il blog di Giorgia Gandolfi

Iscriviti alla Newsletter

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Registrati e fai il Login per vedere più contenuti!

 

SABATO 24 MARZO 2018 ORE 15:00-17:30 c/o Sala "G.Ulivi" , Via C.Menotti 137 Modena

 vitamina d e malattie autoimmuni

"LA VITAMINA D: UN AIUTO ESSENZIALE NELLE MALATTIE AUTOIMMUNI"

 

 

Sono sempre più numerose le evidenze che attestano l’importanza della vitamina D nel  trattamento e nella regressione delle malattie autoimmuni e negli ultimi tempi la letteratura scientifica ha pubblicato innumerevoli studi sull’argomento.

Assai significativi risultano le  ricerche e i risultati del neurologo brasiliano Cicero Galli Coimbra, professore associato al Dipartimento di neurologia e neurochirurgia dell’ospedale federale di San Paolo, che già  dodici anni fa cominciò a somministrare ai suoi pazienti alte dosi di vitamina D.

Oggi in Italia non sono molti i medici specializzati che applicano questi protocolli terapeutici; uno di questi è il dottor Paolo Giordo  

 


 PAOLO GIORDO

PAOLO GIORDO:  laureato in filosofia e in  medicina con specializzazione in neurologia.

Svolge la libera professione nell’ambito delle Medicine Non Convenzionali con specializzazioni in omeopatia,

bioenergetica medica, psico-oncologia, terapia Gerson, fitoterapia e nutrizione.

Relativamente alle malattie autoimmuni, è’ stato recentemente in Brasile per apprendere il razionale  della

terapia, la metodologie e i protocolli di cura direttamente dal prof. Cicero Galli Coimbra.

Autore di diversi testi, tra i quali "Vitamina D regina del sistema immunitario", "Attacco alle malattie del cervello", "Prevenire e curare il cancro con alimentazione e terapie naturali" 

 Per avere un'anticipazione sull'argomento leggi qui 

PER SCARICARE IL VOLANTINO VAI QUI 

PER ISCRIVERTI ALL'INCONTRO VAI QUI

Organizzato con la mediapartnership di TerraNuova Edizioni

info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.